Schedule a Visit

Nulla vehicula fermentum nulla, a lobortis nisl vestibulum vel. Phasellus eget velit at.

Call us:
1-800-123-4567

Send an email:
monica.wayne@example.com

il team building

Il team building (in italiano approssimabile con costruzione del gruppo, che è comunque termine generico), nell’ambito delle risorse umane, costituisce un insieme di attività formative, variamente definite come team gameteam experienceteam wellbeing (ludiche, esperienziali o di benessere), il cui scopo è la formazione di un gruppo di persone.
Questa è la precisa quanto asettica definizione che riporta, parola per parola, Wikipedia.
Ma a che cosa serve in sostanza il team building? perché sempre più aziende investono risorse in questo preziosissimo strumento?

Team building in sé, non è forse propriamente corretto come termine: in Inglese si usa building per una costruzione ex novo, ma quante sono le squadre di lavoro già organizzate da tempo che hanno bisogno di una messa a punto? Creare idealmente una squadra partendo da zero è una cosa, ma ottimizzarla valorizzandone i componenti già esistenti, permettendo loro di esprimere il loro pieno potenziale, è tutt’altra materia e difficoltà.

Come in ogni relazione, il rapporto va alimentato con l’empatia, cambiando punto di vista sulle situazioni, immedesimandosi negli altri e portando il proprio contributo in uno scambio relazionale vantaggioso per tutti. Anche nel lavoro di squadra va alimentata periodicamente la sinergia e la comunicazione tra gli elementi, finalizzata ad un obbiettivo di crescita individuale e collettivo.

Nei team succede spesso che le nostre convinzioni sulle persone siano troppo vincolanti per il grado di evoluzione degli altri: cioè, quello che pensiamo di una persona può non cambiare di pari passo con l’evoluzione naturale della persona stessa.

Uscire dagli schemi di lavoro standard e vivere i colleghi con altri ruoli e soprattutto fuori dalla comfort zone, è fondamentale per resettare i nostri schemi cognitivi su chi condivide con noi la vita lavorativa quotidiana.

Sempre più autori poi, riconoscono l’importanza dell’intelligenza emotiva come “insieme di abilità complementari alle capacità puramente cognitive“.
Daniel Goleman, (Lavorare con intelligenza emotiva, BUR – Rizzoli, 2011) indica 5 fondamentali competenze emotive e sociali:

1. Consapevolezza di sé
2. Dominio di sé
3. Motivazione
4. Empatia
5. Abilità sociali

Lavorare per lo sviluppo di queste competenze attraverso attività fisiche e sportive anche estreme, individuali o di gruppo, ha dato vita alle nostre offerte formative.

La nostra impronta è tipicamente outdoor: fuori dalla comfort zone dell’ambiente lavorativo e fuori dagli schemi e dai ruoli tradizionali, induciamo un cambiamento stimolando la creatività e l’empatia della persona, per arrivare ad un risultato lavorando in squadra, ribaltando le dinamiche pregresse. Con l’obbiettivo di raggiungere uno scopo tutti insieme, dove ognuno è veramente importante, ed è stimolato a contribuire attivamente con tutte le qualità a sua disposizione.

Dove lo facciamo? Può essere in un bosco in Italia. O sulle sponde di un lago di montagna.

O nel freddo della Lapponia, guidando una muta di Alaskan Huskies e dormendo sotto ad un’indimenticabile Aurora Boreale.

Camminando e sopravvivendo nel caldo della savana o in una giungla africana. Ogni soluzione viene proposta dopo aver valutato le esigenze del cliente e del team di lavoro.

Tutto questo viene documentato e filmato in ogni momento, per avere un report ed un ricordo delle attività svolte e delle emozioni provate.

Un corso di subacquea “full immersion” 🙂 con istruttori militari della Legione Straniera, in una loro struttura? Si può fare.

Esistono varie declinazioni del nostro intervento: dal più semplice viaggio incentive, a un più strutturato Outdoor Training, ad un team building vero e proprio, immersivo per (realmente) 24 ore al giorno e dai risultati sul gruppo e sulla persona, tangibili, reali, profondi e duraturi ma soprattutto utili.
Quando volete partire?