Prefazione e indice

Ovvero: tutto quello che di solito si salta quando si incomincia a leggere un libro. Ma in questo caso la prefazione è d’autore (Enzo Maolucci, Antropologo, Survivalist, e chi più ne ha più ne metta) alla quale seguono i (numerosi e doverosi) ringraziamenti ma soprattutto due punti chiave del libro: perché questo libro e per chi è questo libro. L’argomento è particolare perché di solito si pensa alle dinamiche della “sopravvivenza” come un qualcosa che avviene solo se uno si perde nella giungla in seguito alla caduta di un aereo, ma in realtà le reazioni forti ad azioni che interpretiamo come pericolose per la nostra sopravvivenza ce le abbiamo tutti i giorni, dalla sfuriata del capo che ci cazzia, alla macchina che inchioda sulle strisce a dieci centimetri dalla nostra tibia. Nel libro si spiega come reagiamo, perché reagiamo così e come condizionare la nostra reazione.

Ecco il link per scaricare l’indice e la parte introduttiva.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Il punto Zero.

Il libro è uscito. Il viaggio è solo all’inizio. Ed è un viaggio tutto dentro a noi stessi per capire cosa ci succede quando siamo sotto stress, dal frenare all’improvviso perché ci tagliano la strada al fronteggiare delle catastrofi di più ampia magnitudine. Nel libro si parla di psicologia, neurobiologia, dinamiche sociali e di come si può rispondere in maniera coordinata e condizionata alle emergenze di tutti i giorni – e non solo. Con i preziosi contributi di personaggi divenuti famosi per la loro incredibile resilienza, che raccontano con i loro esempi come si può combattere come leoni in quella che è la sempre più affollata arena della quotidianità in cui viviamo.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

all about the survivor's mindset